NV22 gif
NV22 gif

press to zoom
NV22 gif
NV22 gif

press to zoom
1/1

Agriculture, Utopie, Comunità

 

Chi siamo

L’associazione, intitolata a Tullia e Gino Girolomoni, pionieri del biologico italiano, è nata nel 2013, ma opera già da molto prima come gruppo informale. A Castiglione d’Otranto e nei centri limitrofi ha sottratto all’abbandono 15 ettari, concessi in comodato d’uso gratuito dai proprietari e coltivati a farro, orzo e grani, oltre che a legumi e ortaggi, con metodi rigorosamente naturali. Ha avviato il primo Vivaio della biodiversità della Puglia, per il recupero delle sementi scomparse e la riproduzione delle piante madri ed è presidio Biodiverso; ha attivato un gruppo di acquisto popolare anticrisi e sessioni di Scuola di Agriculture; gestisce un apiario di comunità; cura campagne di comunicazione sociale contro l’uso di pesticidi e sulla restanza; è promotrice di eventi che pongono al centro i temi ambientali, come la Notte Verde; porta avanti attività di inclusione di migranti, anziani e disabili. Dalla fine del 2017, è affiancata dalla omonima cooperativa agricola, suo braccio operativo, nata per gestire i terreni e il mulino di comunità. È in corso il progetto del Vivaio dell’inclusione, intitolato a Luigi Russo, giornalista, sociologo e presidente del CSV,  un laboratorio sociale in cui seminare biodiversità e inclusione. Per ultimo, è stato inaugurato il progetto “Verso l’Agriludoteca di Comunità”, nell’ex Scuola elementare di Castiglione e avviato "E' fatto giorno", il nuovo progetto di Casa delle Agriculture, risultato vincitore dell'avviso pubblico "Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie".

La nostra storia è diventata un film grazie alla regista Alessandra Coppola: "La Restanza".

 

Cosa facciamo

Ridiamo vita ai terreni abbandonati,
Generiamo economia sostenibile,
Rafforziamo i vincoli di comunità.

Untitled

ATTIVITÀ, LABORATORI, PROGETTI

Eco-sostenibilità ambientale, inclusione sociale, giustizia sociale

Organizziamo campi scuola, laboratori ed eventi per piccoli e non solo.
Il progetto "Verso l'Agriludoteca di Comunità" ha come obiettivi: includere i bambini affetti da disturbo dello spettro autistico e a rischio sociale; ricostruire una sorta di "gruppo scuola" tra le famiglie; puntellare l'educazione sui temi dell'ecosostenibilità ambientale e il rispetto per gli altri.

Untitled

EVENTI

Notte Verde, Semine, Restanza 

Casa delle AgriCulture Tullia e Gino organizza la "Notte Verde" il più grande evento in Puglia dedicato alle tematiche ambientali e appuntamento divenuto imprescindibile per tutti coloro che si interessano alle pratiche di agricoltura naturale nel territorio salentino. La Notte Verde è il nostro capodanno agricolo. Tante, infatti, sono le attività e gli eventi che organizziamo e abbiamo organizzato durante l'anno: Chi semina utopia raccoglie realtà: semina collettiva di antiche varietà di cereali, La Primavera della Canapa, “Lo spirito del Grano”, il lancio e la consegna alla Regione Puglia della Petizione contro i diserbanti e concimi chimici in agricoltura, la creazione del Parco e del Mercato Comune dei Frutti Minori, del Vivaio dell’Inclusione "Luigi Russo".

 

Ecco le novità

Resta aggiornato!

 

"IL PANE E LE ROSE" - CENA SOLIDALE E RESISTENTE A SOSTEGNO DELL'ORGANIZZAZIONE DELLA NOTTE VERDE '22

E' pronta a tornare più gioiosa che mai la cena solidale e resistente a sostegno dell'organizzazione della Notte Verde 2022.

Posti limitati. Per info e prenotazioni: 328/5469804

IL PROGETTO "E' FATTO GIORNO"

2022

"E' fatto giorno" è una citazione di Rocco Scotellaro, figura emblematica del Sud capace di lottare per la legalità, la terra e la giustizia sociale. Il progetto è risultato vincitore dell'Avviso pubblico "Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie", finanziato dal Por Puglia 2014 - 2020, Asse IX. I protagonisti sono almeno cento minori tra i 3 e i 17 anni e coinvolge un ampio partenariato locale, regionale e nazionale.

"LA RESTANZA"- UN FILM DI ALESSANDRA COPPOLA

2021

Il nostro percorso diventa un film.

"Salento, un luogo tanto bello quanto difficile. Un gruppo di giovani decide di legare la propria vita alla terra e di investire tutto su un valore, quello della comunità. E Castiglione diventa il luogo della restanza, l’arte di fermarsi continuando a muoversi e dello stare insieme".

Dopo la prima il 2 dicembre al Torino Film Festival, "La Restanza" sta girando l'Italia oltre che l'Europa.

 
 

Contatti

Via Vecchia Lecce, Castiglione d'Otranto, 73032

348/5649772

Il tuo modulo è stato inviato!