BANNER WEB copy.jpg

“È fatto giorno” è progetto vincitore del bando “Bellezza e legalità per una Puglia libera dalle mafie”, finanziato dal Por Puglia 2014-2020, Asse IX – Promuovere l’inclusione sociale, la lotta alla povertà e ogni forma di discriminazione; Azione 9.6 - “Interventi per il rafforzamento delle imprese sociali” (FSE); Sub-Azione 9.6.b “attività di animazione sociale e partecipazione collettiva di ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità, connessi al recupero funzionale e al riuso dei vecchi immobili, compresi i beni confiscati alle mafie”.

"Verso l'Agriludoteca di Comunità

Una programmazione interamente dedicata alle bambine e ai bambini dai 3 agli 11 anni: campi scuola, escursioni, laboratori, racconti, letture e feste.

IISS Polo Tecnico Mediterraneo "Aldo Moro" di Santa Cesarea Terme - Ipsar "G. Veronelli" di Casalecchio di Reno

Una delle scuole più rappresentative del nostro territorio accoglierà fino a maggio 2023 un percorso multilivello, in grado di rafforzare anche il legame con un'altra regione: l'Emilia Romagna.

"La Libellula"

Cinque adolescenti ospiti di una delle comunità per minori del Capo di Leuca sono impegnati in laboratori di cucina collettiva, panificazione, murales a tema antimafia e autocostruzione di arredi.

Istituto Comprensivo di Andrano

Un percorso di educazione alla bellezza, alla legalità, all'inclusione sociale e alla salvaguardia del territorio: "E' fatto giorno" coinvolge la scuola di infanzia di Castiglione, due classi della Scuola Primaria e le classi della Scuola secondaria di primo grado di Andrano.

Casa delle Agriculture Giovani

E' a loro che è dedicato il più vasto programma di "E' fatto giorno": più di venti ragazzi di Casa delle Agriculture Giovani si cimentano in laboratori di murales, cineforum, panificazione, progettazione e autocostruzione di arredi, creazione di un videoclip musicale, incontri e tanto altro.

“È fatto giorno,

siamo entrati in giuoco anche noi

con i panni e le scarpe e le facce che avevamo.

Le lepri si sono ritirate e i galli cantano,

ritorna la faccia di mia madre al focolare”

Rocco Scotellaro