• Casa delle Agriculture Tullia e Gino

NOTTE VERDE: LE DONNE “RESTANTI” E LE DONNE PASTORE PROTAGONISTE DELLA SECONDA GIORNATA


IL 28 AGOSTO, A CASTIGLIONE D’OTRANTO, LA NOTTE VERDE OSPITA LA TEORICA POLITICA FRANÇOISE VERGÈS E LE ESPERIENZE AL FEMMINILE DI RESTANZA DALLA SARDEGNA ALLA PUGLIA. PER LA PRIMA VOLTA NEL SALENTO IL FILM SULLE DONNE PASTORE DI ANNA KAUBER


Sono il cardine di molti dei processi di restanza nelle aree in via di spopolamento, ma le donne continuano a rivestire un ruolo ancora poco indagato e valorizzato nell’ambito di questo tema. Si occupa di questo la seconda serata del decennale Notte Verde, dedicata alle donne di Kabul e di tutto l’Afghanistan.

L’appuntamento è per sabato 28 agosto a Castiglione d’Otranto, nell’area Trice (via Depressa, davanti al Mulino di Comunità), dove la Notte Verde, patrocinata dal Comune di Andrano, proseguirà fino al 31 agosto (qui il programma completo: https://www.casadelleagriculturetulliaegino.com/post/il-programma-della-notte-verde-x-edizione).

Sono pastore, tessitrici, contadine, imprenditrici turistiche o sociali, intellettuali, amministratrici, quasi sempre con una preparazione culturale elevata, portata in dote nei paesi del margine, eppure spesso oscurata da una cultura dominante che in quei luoghi resta patriarcale e da una carenza drammatica di servizi per agevolare la conciliazione familiare. «Le donne nei paesi sono spesso il fulcro dell'innovazione sociale, economica e culturale, sebbene essere "out of place" signifìchi pagare il prezzo più caro. Con questa giornata - spiegano da Casa delle Agriculture nelle sue articolazioni di associazione e cooperativa, supportate in questo tema dal Csv Brindisi Lecce - la Notte Verde si pone l’obiettivo di spingere il processo di uguaglianza di genere anche nelle aree rurali. Ospiti sono donne che con la loro attività rendono esemplare la scelta dell'autodetenninazione femminile nei territori marginali».


Nel teatro di paglia e alberi, alle 20.15, Françoise Vergès, teorica politica e attivista femminista, converserà con Alessandra Pomarico e Daniela Festa, collettivo M.E.D.U.S.E. (Mediterranean Ecofemminist Decolonial Union for Self Education). A seguire, alle 21.15, il dialogo su Donne, cardine dei processi di restanza con Claudia Licheri, dell’associazione sarda Ru.ra.le. che porta avanti il progetto Sardinia Spop Tourism; Maria Cristina Rizzo, alla guida della Fondazione Le Costantine; Maria Assunta Piscopiello, fondatrice di PisMar Food srl; Letizia Bindi, docente di Antropologia delle migrazioni, Università del Molise. Coordina Valentina Murrieri, giornalista (per i dibattiti sarà presente interprete LIS).

Alle 22.30, la serata si conclude con la proiezione - per la prima volta nel Salento - di "In questo mondo" di Anna Kauber: opera pluripremiata, vincitrice anche del Torino film festival 2018 come miglior documentario, racconta la vita delle donne pastore in Italia ed è il risultato di un viaggio durato più di due anni, lungo circa 17mila km, con cento interviste rivolte a donne di età compresa tra i 20 e i 102 anni. La figura del pastore, nell’immaginario e nella simbologia più diffusa, è sempre stata associata al genere maschile, ma il settore dell’allevamento ovi-caprino si sta femminilizzando: sempre più donne scelgono di svolgere questo lavoro tradizionalmente patriarcale. Al termine della proiezione, dialogo in collegamento con la regista Anna Kauber.

Previsto anche un piccolo mercatino agricolo e si potrà cenare, dalle 19.30, nello spazio de “Il pane e le rose”.


Per dialoghi e spettacoli, accesso al teatro di paglia con green pass, fino ad esaurimento dei 300 posti a sedere, info: 388/4412129. Fuori dall’area delimitata, è richiesta la certificazione per eventuali controlli a campione da parte delle forze dell’ordine.



Gli ospiti della seconda giornata

Françoise Vergès

Françoise Vergès è teorica politica, antirazzista, curatrice indipendente e attivista femminista decoloniale (Un Femmismo Decoloniale, 2019, e Una teoria femminista della violenza, 2020, pubblicati da Ombre Corte). Vergès parte dall’assunto che le vittorie del femminismo occidentale nel campo della rivendicazione dei diritti individuali delle donne abbiano ignorato le esperienze di dominazione che esistono tra le donne di altri contesti. Auspica un femminismo che consideri i fattori di vulnerabilità dovuti alle differenze di classe, etnia e genere, che si preoccupi delle questioni ambientali e del razzismo, che sappia collegarsi ad altri movimenti politici e sociali. Dialogherà con Daniela Festa, giurista e geografa sociale, e Alessandra Pomarico, curatrice indipendente e sociologa delle migrazioni, entrambe del collettivo M.E.D.U.S.E. (Mediterranean ecofemminist decolonial union for self education).


SardiniaSpopTourism

Claudia Licheri è coordinatrice del collettivo di sei giovani donne “ritornanti” che con l’associazione Ru.ra.le. ha ideato “SardiniaSpopTourism”, progetto con cui si valorizzano i borghi più inesplorati della Sardegna grazie a chi quei luoghi li vive ogni giorno. Ru.ra.le. ha riunito le attività turistiche, artigianali ed enogastronomiche presenti nei piccoli paesi della Sardegna in via di spopolamento con l’obiettivo di comunicare la ricchezza e la bellezza delle comunità che abitano quei territori, raccontarne l’innovazione silenziosa attraverso baluardi di resilienza che valorizzano e si prendono cura del proprio territorio trasformandone i prodotti, producendo arte e cultura, accogliendo i viaggiatori che vogliono scoprirli.


Fondazione "Le Costantine"

Maria Cristina Rizzo è presidente della “Fondazione Le Costantine” di Casamassella (Lecce), realtà fondata per volere di tre nobildonne e nata nel 1982 per “incoraggiare i giovani a rimanere nel loro paese di origine con dignità e serenità”. La fondazione è un centro di attività agricola, artigianale e pedagogica, in cui si praticano ospitalità, agricoltura biodinamica, formazione. Nel 2002 è nato il laboratorio “Cantando e Amando” di tessitura artigianale ad antichi telai, con lo scopo di “elevare economicamente e spiritualmente le donne di Casamassella”. Le sue produzioni tessili sono conosciute in tutto il mondo.


Maria Assunta Piscopiello

Maria Assunta Piscopiello si è formata in Scienze Gastronomiche all’Università di Parma e ha collaborato con UniSalento e Orto Botanico per la catalogazione di risorse genetiche vegetali antiche. Nel 2019 ha co-fondato la start-up PisMar Food s.r.l. che mira all’utilizzo di varietà antiche cerealicole, leguminose ed ortive locali per creare nuovi prodotti con importanti valori nutraceutici e per target specifici. Nel 2020 ha co-fondato PisMar Agricola s.r.l. che mira al recupero, conservazione e riproduzione di varietà antiche locali di cereali, leguminose ed ortive per conservare la biodiversità e l’eco-sistema coltivando campi sperimentali adatti per la conservazione e riproduzione dei semi.

Letizia Bindi è docente di Antropologia delle migrazioni all’Università del Molise e direttrice del Centro di Ricerca BIOCULT per le risorse bio-culturali e lo sviluppo locale di Campobasso. Si è formata a Roma, Parigi e Usa e si occupa di storia delle discipline demoetnoantropologiche, di rapporto tra culture locali e immagini della Nazione nella storia italiana recente, di integrazione dei migranti e strategie di mediazione interculturale, con particolare riferimento alle seconde generazioni.

Anna Kauber è regista, scrittrice e paesaggista. Vive a Parma e da anni documenta e divulga la vita e il lavoro nel mondo rurale, occupandosi in particolare di tematiche sociali e culturali delle comunità. Nel 2014 pubblica il libro “Le vie dei campi” premiato al Premio di letteratura rurale “Parole di Terra”. E’ soprattutto interessata dalla relazione fra uomo-terra-cibo. Su queste tematiche realizza alcuni docufilm finalizzati alla divulgazione nel settore specifico dell’agricoltura, del paesaggio e dell’ambiente.


La Notte Verde al mattino e i laboratori per bambini

Sveglia all’alba, tutti i giorni: la Notte Verde inizia già alle 6.30 con “Risveglio agricolo”, la piantumazione dell’orto presso il Vivaio dell’Inclusione Luigi Russo. Il 28 agosto, si spiegheranno la conservazione e catalogazione dei semi, indispensabili per l’agricoltura naturale (su prenotazione: 328/5469804). Dalle 8:15 alle 9:15, stesso luogo, "Ricaricarsi di energia": yoga tra gli ulivi con il maestro Aldo Colluto (su prenotazione: 328/7360408). Dalle 8 alle 10, “L’Alba dei paesi” approda a Diso per la colazione con tostarelle e miele di Casa delle Agriculture e visita animata nel centro storico in collaborazione con la locale Pro Loco (su prenotazione: 328/7360408). La sezione “Attraversamenti” prevede, dalle 7 alle 9, escursioni a cavallo con Cavalieri del Salento (su prenotazione: 380/5850268) e mattina e pomeriggio esperienze in kayak dalla Marina di Andrano all'insenatura Acquaviva con "18° Meridiano" (su prenotazione: 351/9970029). Dalle 17.15 alle 19.15, presso il Vivaio dell’Inclusione Luigi Russo, "Terra bene comune", laboratorio di esperienze naturali con la biologa Alessandra Tarantino (per bambini dai 6 ai 12 anni, info: 329/4066530).


I “parlamenti rurali”: processi partecipativi dal basso

Proseguono per il secondo giorno i “Parlamenti rurali” della Notte Verde: dalle ore 17.15 fino alle 19.15, i focus group gestiti da esperti facilitatori sui temi del “Recupero dell’acqua in aree rurali” e “Nuovi abitanti nei paesi in via di spopolamento”. Il 29 e il 30 agosto, invece, si concentreranno su “Accesso alla terra per superare frammentazione e latifondo” e “Riforestare, azioni inderogabili e resistenza alle speculazioni” (massimo 25 partecipanti a tavolo, su prenotazione: 320/8379571).


Le mostre di arte pubblica: percorso artistico imperdibile lungo i muri del paese

I muri di Castiglione d’Otranto continueranno ad accogliere le due mostre di arte pubblica. “Paradossi dell’abbondanza” è il lavoro di Marzia Migliora esposto sulle facciate del Mulino di Comunità e della cappella di Santa Maria Maddalena, in area Trice. Per i vicoli del centro storico, invece, si snoda A Cielo Aperto, “Per fare un tavolo. Arte e territorio”, a cura di Bianco-Valente e Pasquale Campanella, evento di “Comunità Resilienti” a cura di Alessandro Melis, Padiglione Italia alla 17esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.


I servizi per una festa inclusiva e accessibile

La Notte Verde si conferma festa inclusiva e accessibile a persone con disabilità, anziani con difficoltà motoria, bambini e ragazzi autistici, neomamme e donne incinte. A loro sono riservati servizi aggiuntivi: parcheggio riservatoa ridosso dell’area Trice (su prenotazione al num. 388/4412129); servizi igienici dedicati presso il mulino di comunità; spazio nursery e fasciatoio presso il mulino di comunità; interprete lis per sordi durante tutti i dialoghi serali dal 27 al 30 agosto, con possibilità di seguirli in presenza (fino a esaurimento posti) e in diretta sulla pagina Fb Casa delle Agriculture Tullia e Gino; menù braille per ciechi redatto e donato da Centro Italiano Tiflotecnico di Lecce; servizio “zero coda” per accesso ai varchi di controllo green pass e per area ristorazione “Il Pane e le Rose”; esperienze psicomotorie funzionali in acqua: il 27 e 31 agosto, dalle 8 alle 13, presso Swim-Liberi di Nuotare, primo lido accessibile su scogliera in Puglia (prenotazioni: 380/5850268); disponibilità di sedia job trekking, la “bicicletta joelette”, per la transumanza del 31 agosto (su prenotazione al num. 388/4412129); pedane in legno per labbattimento di alcune barriere architettoniche presenti in paese; adozione del decalogo per rendere la festa inclusiva anche per i bambini e ragazzi autistici attraverso semplici accortezze.


La Notte Verde è un evento a cura di Casa delle Agriculture Tullia e Gino Odv e Soc.agr.coop. Casa delle Agriculture, con il patrocinio del Comune di Andrano e in collaborazione con Confederacy of Villages, Parco Regionale Otranto-S. Maria di Leuca, Fondazione Girolomoni, COSPE Onlus, Csv Salento, Riabitare l’Italia, Gus, Leggere tra due mari, Terra Nuova, Free Home University, collettivo M.E.D.U.S.E., Ruralization, Coppula Tisa, Città Fertile, Manu Manu Riforesta, Abitare i Paduli, Salento Km0, Auser Ponte Andrano-Castiglione, Cavalieri del Salento, Mtb Tricase, Salento Verticale, 18° Meridiano, Associazione Marina Serra, Pro Loco Andrano, Swim Liberi di Nuotare, Pro Loco Diso, Fabbricare Armonie, Mondoradio.


Ufficio stampa: Tiziana Colluto, pres. Casa delle Agriculture Tullia e Gino

348/5649772 ass.casadelleagriculture@gmail.com, fb/inst casadelleagriculture

www.casadelleagriculturetulliaegino.com


288 visualizzazioni0 commenti