top of page
  • Immagine del redattoreCasa delle Agriculture Tullia e Gino

La terra che cura: oliveto circolare, autismo ed esperienze virtuose

È la strada che accoglie progetti agricoli e artigianali per l’inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità, migranti, lavoratori svantaggiati; servizi che affiancano terapie mediche, psicologiche e riabilitative; progetti pedagogici e di riutilizzo di beni confiscati alle mafie.


Tra le altre realtà ospitate: Centro diurno di Campi Salentina CSM ASL LE, Angsa Lecce, Forum Fattorie Sociali Puglia con Gal Capo di Leuca, Lilt-Lega tumori Lecce, Stay Healty, Apulia Tourism & Food, Scarpette Rosse, Scuola parentale Madre Natura.


Quest’anno la strada si snoderà lungo via Italia, con un cuore pulsante nel cortile dello storico Palazzo Ferramosca, che sarà aperto per l’occasione. Lì sarà allestito L’oliveto circolare, installazione a cura del Centro diurno di Campi Salentina CSM ASL LE diretto dalla dott.ssa Paola Calò, nell'ambito del progetto "Coltiva te stesso". Nell’oliveto si terranno tre appuntamenti:


- h 21 MUM. Studiare e comunicare con il Motherly Universal Method”(Erickson, 2022). Presentazione del libro di Anna Petrachi.

Il volume intende essere d’aiuto a chiunque si trovi a supportare bambini e ragazzi con deficit nella capacità di astrazione, comunicazione, apprendimento. Non è un semplice manuale, ma un’appassionata testimonianza di vita e di maternità: la descrizione della genesi di un modus operandi frutto di motivazioni profonde ed esperienze emotive forti, il racconto di un cammino, di vita e di fede, nel corso del quale anche la «pietra d’inciampo» si è trasformata in risorsa.


- h 22 “L’oliveto circolare”, letture a cura dell’attore Fabio Rubino.

Nell’ultimo decennio, il disseccamento rapido dell’olivo ha compromesso milioni di piante nel Salento. Legato all’incuria, ha cancellato anni di sacrifici di migliaia di agricoltori e la principale fonte di compensazione di CO2 del Salento.

Con l'oliveto circolare di Coltiva Te Stesso si vuole promuovere l’adozione degli ulivi salentini come risposta a questa ferita e come promozione di una nuova forma di olivicoltura sostenibile e partecipativa, che consenta a chiunque di adottare uno o più olivi e sostenere la riforestazione del territorio. Gli 8 ulivi in mostra alla Notte Verde saranno poi piantumati nell'area destinata al percorso ombroso, nell’aiuola antistante al presidio territoriale assistenziale di Campi Salentina.


- h 23 Il ruolo del volontariato nel Servizio sanitario nazionale”, a cura di Lilt Lecce, con Maria Antonietta Bortone, referente sezione Montesano Salentino.




43 visualizzazioni0 commenti

Komentar


bottom of page