• Casa delle Agriculture Tullia e Gino

Il frutteto per le vittime delle stragi di Capaci e via d'Amelio

Fico fracazzano rosso, Fico di San Giovanni, Albicocco, Melograno, Gelso moro di Otranto, Pero Minucubellu, Susino, Fico rosa, Fico ferrante rosso: sono queste le varietà di alberi che formeranno il frutteto dedicato alle vittime delle stragi di Capaci e via d'Amelio. Proprio ieri, in occasione della Giornata nazionale degli alberi, abbiamo donato le piantine alle studentesse e agli studenti dell'Istituto Comprensivo di Andrano. La Cooperativa sociale "L'Adelfia Onlus" e i suoi ospiti hanno creato le bellissime targhette in legno e il Comune di Andrano, nei prossimi giorni, metterà a dimora il frutteto.

Nella stessa mattinata, abbiamo avuto il grande onore di avere con noi e i ragazzi: Brizio Montinaro, fratello di Antonio Montinaro, caposcorta di Giovanni Falcone e don Antonio Coluccia, prete antimafia. Con noi anche il sindaco del Comune di Andrano, Salvatore Musarò e il dirigente dell'Istituto comprensivo di Andrano, Ivano De Luca. L'incontro rientra nell'ambito dei laboratori del sapere, per la programmazione di "E' fatto giorno" prevista per le classi della Scuola secondaria di primo grado di Andrano.


Il frutteto, simbolo di vita nel trentennale delle stragi, è ideato nell'ambito del progetto "È fatto giorno", vincitore dell'avviso pubblico Bellezza e Legalità della Regione Puglia. Il prossimo appuntamento sarà con Giuseppe Antoci, già presidente del Parco dei Nebrodi e ideatore del protocollo che porta il suo nome.

10 visualizzazioni0 commenti