top of page
  • Immagine del redattoreCasa delle Agriculture Tullia e Gino

Emergenza Gaza: continua la raccolta fondi fino al due marzo

Tornare a parlare di pace, tutti, anche nei luoghi più marginali è un'urgenza. Non basta assistere, ognuno dal proprio divano di casa, ai talk show televisivi in cui si dibatte della guerra. Serve incontrarsi, in presenza, per analizzare, andare a fondo, confrontarsi. Perché è dall'incontro che nasce l'azione.

Sabato scorso, presso il "Vivaio dell'inclusione Luigi Russo", a Castiglione d'Otranto, ci siamo allenati a fare questo, con Francesca Annetti, responsabile per il Medio Oriente di Cospe Onlus, in collegamento dal Libano, con Carlo Mileti di Rete Salento per la Pace, e con tante persone che hanno espresso il bisogno di tornare a stare insieme, di tornare a credere nella forza del pacifismo e nella necessità di una unità delle anime plurali che lo esprimono.

Per la popolazione palestinese che da decenni subisce un regime di apartheid ed ora è sotto i bombardamenti; per quegli ebrei e israeliani dissidenti e tacciati di "tradimento" con cui è importante allearsi perché combattono dall'interno un governo "malato di razzismo e supremazia", per usare le parole di Luisa Morgantini, per gli ucraini a cui continua ad essere spezzato il futuro; per tutti coloro che subiscono ingiustizia, che è alla base di ogni guerra.

​​ Ieri sono stati donati dai presenti 300 euro per #EmergenzaGaza, raccolta fondi di Aoi, l'Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale.

Abbiamo accolto la proposta arrivata da più parti di proseguire la raccolta, finalizzata all'invio di aiuti umanitari alla popolazione colpita e di cui si può sapere di più al seguente link: https://www.ong.it/.../2024/01/Report-Raccolta-Fondi-AOI.pdf

Pertanto, la raccolta fondi resterà attiva fino a sabato 2 marzo.

E' possibile donare in due modi:

- dando il proprio contributo inserendolo nel salvadanaio presente presso il Mulino di Comunità, aperto dal lun al ven dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13;

- attraverso bonifico con causale "donazione per raccolta fondi #emergenzagaza" all'iban IT02P0306909606100000165412 ,

Conto corrente intestato ad Associazione di volontariato Casa delle AgriCulture (in tal caso si prega di inviare un messaggio al numero 348/5649772 con i propri dati ai fini del rilascio della ricevuta).

Naturalmente, per dovere di trasparenza, daremo conto sul nostro sito e sui nostri social dell'avvenuta donazione. Grazie a chi ha dato e darà il proprio contributo.

In piedi, costruttori di pace!

9 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page