• Casa delle Agriculture Tullia e Gino

A Pasquetta si apre il festival Terrammare: libri, paesaggio, musica e cibo

Una tre giorni per ricostruire una leggenda mai narrata: quella di domani. A Pasquetta si dà il via a Terrammare-La leggenda di domani, il festival tra letteratura e paesaggio da celebrare in allegria con parate, musica, cibo e laboratori per bambini. Tre i temi declinati: libertà, legalità, identità. Ospite, nella seconda giornata del 20 aprile, Giovanni Impastato, fratello di Peppino, giovane giornalista e attivista ucciso su mandato del boss Badalamenti, in Sicilia, nel 1978.

Nel Salento, le comunità di Castiglione d’Otranto e Andrano ospiteranno gli appuntamenti del 18, 20 e 24 aprile, organizzati dall’associazione Casa delle Agriculture Tullia e Gino e dal Parco costa Otranto-Leuca-Bosco di Tricase, nell’ambito di “Unde venis? Quo vadis?“, azione di “Leggere tra due mari“. Questo progetto da due anni mette in relazione luoghi, temi e persone, al fine di potenziare il “presidio biblioteca” sui territori e la cultura del libro: ideato da Libera Compagnia Teatrale di Aradeo e Associazione Amici della Biblioteca di Tuglie, il progetto è sostenuto da Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura con la collaborazione di Anci, gode del patrocinio di AIB-Associazione italiana Biblioteche e del Polo Biblio-Museale di Lecce e coinvolge un ampio partenariato locale.

Per definizione, la leggenda – spiegano gli organizzatori – è quel racconto di tradizione orale che attraversa generazioni, si insinua nel linguaggio e imperversa diffondendo nuove credenze. La presenza di elementi reali si mescola alla fantasia e si rivolge alla collettività per rinsaldare con questa i legami di appartenenza ai luoghi, alle comunità, all’immaginario. Ma la leggenda è soprattutto uno strumento popolare volto ad irridere la rigidità del sacro, la serietà dell’autorità, l’arroganza del potere costituito. Una leggenda ancora da scrivere che proveremo a narrare insieme in una serie di eventi compartecipati e di laboratori diffusi volti ad evocare gli spiriti del paesaggio, nascosti tra i luoghi di sempre che solo la creatura umana sensibile può accogliere ed ascoltare. Sarà un rituale collettivo di rievocazione e di rispetto per la loro presenza. Un richiamo rumoroso o un assordante silenzio? Lo scopriremo strada facendo tra i muretti a secco e gli alberi contorti ben saldi su una terra rossa e arsa con vista mare e libertà”.

Il titolo del festival è tratto dal libro di Maria Corti “La leggenda di domani”, in cui si narra di una giovane donna e della sua vita fra la campagna e il mare del Salento e la sua scelta di partire. Il sud del Sud è descritto nei suoi elementi fisici ma anche attraverso il rude e semplice carattere della gente. Il festival è la conclusione di un percorso partecipativo, pedagogico e culturale nell’ambito del progetto “Leggere tra due mari” e che ha visto nei giorni scorsi il coinvolgimento di molti giovani del territorio, in particolare del Liceo Statale G. Comi di Tricase (LE) e del gruppo giovani di Casa delle Agriculture, impegnati nella “lettura” del paesaggio salentino, nei suoi drammi e fragilità, in cerca di un riscatto che può solo giungere dopo una pacificazione tra gli elementi che lo compongono.


IL PROGRAMMA

18 aprile – Terra e libertà. Pascareddhra alla Curteddhra”: lunedì di Pasquetta presso il Vivaio dell’Inclusione “Luigi Russo”, via Vecchia Lecce, a Castiglione d’Otranto (LE)

· h 10 – Ritrovo Parco Renata Fonte, Parata letteraria e teatrale “Gli spiriti del paesaggio”: Camminata nel Parco Comune dei Frutti Minori con percorso Parco Renata Fonte – Contrada Paradisi – Vivaio Inclusione

· h 11-12 e h 15-16 – Vivaio dell’inclusione, È fatto giorno…per i piccini: Hai detto orto? Doppio appuntamento con laboratori di agricoltura naturale per bambini

· h 12.30 Pranzo all’aperto: Pasquetta contadina a cura di Coop. Casa Agriculture: possibilità di consumare il menù proposto (alternative per vegetariani, vegani e carnivori) oppure di portarsi il proprio pranzo al sacco. È rigorosamente vietato l’utilizzo della plastica!

· h 14.30 Concerto The Buskers (musiche irlandesi): Concerto live con Luca Congedo (flauti), Vincenzo Urso (chitarra e voce) e Alessandro Chiga (bodhran e drum set).

A seguire fino al tramonto dj set e allegria




20 aprile – Terra e legalità

· h 16.30 Ritrovo in contrada Pajare (tra Castiglione e Andrano). Cresce il labirinto dei grani. In memoria di Antonio Linciano

· h 17.15 Parata letteraria e teatrale “Gli spiriti del paesaggio” nel Parco Comune dei Frutti Minori con percorso Pajare – Parco Renata Fonte;

· h 18.30 Presentazione del libro “Mio fratello. Tutta la vita con Peppino“, dialogo con l’autore Giovanni Impastato– Parco Renata Fonte

24 aprile -Terra e identità

· h 14.30 Ritrovo in Piazza Castello, Andrano (LE). Parata letteraria e teatrale “Gli spiriti del paesaggio” , percorso da Piazza Castello fino a Madonna dell’Attarico (circa 3 km, pianeggiante, senza difficoltà). Con l’attore Ippolito Chiarello, gli studenti del Liceo Statale Girolami Comi di Tricase e tutti i partecipanti dei laboratori diffusi di “Leggere tra due mari”. Costumi e maschere realizzate in collaborazione con “La Sartoria Sociale” di “Sale della Terra”, Tiggiano (LE).

· h 17.00 Arrivo in contrada Madonna dell’Attarico, nel cuore del Parco Otranto-Leuca e distribuzione del “pane della condivisione” per la Festa della Liberazione.


Per informazioni: Fb Leggere tra Due Mari / Insta @leggeretraduemari, Fb casadelleagriculturecastiglione / Insta @casadelleagriculture, tel. 389.5224121 / 3381070924

72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti