• Casa delle Agriculture Tullia e Gino

LA NOTTE VERDE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI


Una festa nella festa: la Notte Verde dedica ai bambini e alle famiglie spazi e appuntamenti appositamente pensati per loro con laboratori, spettacoli e giochi gratuiti.


Per info e prenotazioni: 329/4066530



“È difficile fare/ le cose difficili:/ parlare al sordo/ mostrare la rosa al cieco./Bambini imparate/a fare le cose difficili:/dare la mano al cieco,/cantare per il sordo,/liberare gli schiavi/che si credono liberi.
Da "Lettera ai bambini" di Gianni Rodari

29 agosto

- h 17.30-19.15, ex scuola elementare “don Felice Pisanò”, via don Sturzo: “Fuoco e fiamme!”, laboratorio esplicativo/espressivo per bambini sul problema degli incendi, a cura del progetto “Verso l’Agriludoteca di comunità” di Casa delle Agriculture;

- h 19.30-20.20, giardino storico di palazzo De Matteis, via Luciano Manara: “Mio nonno e il mulo”, spettacolo teatrale di Giuseppe Semeraro. Ispirato al racconto “La strada” di V. Grossman, racconta di un bambino e del suo amato mulo spediti al fronte. La guerra è rievocata attraverso i ricordi del nonno del bambino, ma soprattutto attraverso gli occhi del mulo. È un racconto sulla forza cocciuta dell’amore, adatto ad adulti e bambini.


30 agosto

- h 17.30-19.15, ex scuola elementare “don Felice Pisanò”, via don Sturzo: Api, miele, biodiversità”, percorso didattico e sensoriale per piccoli apicoltori a cura di “Allevamento apistico I Paradisi”;

- h 19.30-20.15, giardino storico di palazzo De Matteis, via Luciano Manara: “Il principe infarinato”, spettacolo di burattini di “Il piccolo teatro di pane” di Alice Pietroforte. Basato sul tema dell’inclusione sociale e della ricchezza delle diversità, è la storia di un re allergico ai poveracci e disperato: sua figlia la dolce Rosetta è innamorata di un giovane fornaio del paese di nome Beppe. Così invita il principe Fetecchia, di nome e di fatto, per farle cambiare idea...Una appassionante storia fra rosette e filoni... serenate e strafalcioni!


29-30-31 agosto

- dalle h. 21, sagrato della Chiesa di S. Michele: Il grande ponte in Bambù”, opera di “Progettare e costruire sostenibile officina ing. Tarantino”. Il ponte è reversibile e per sua natura eco-sostenibile: lungo 12 metri, è realizzato con materiali come bambù, paglia e juta. Un esercizio di autocostruzione ludica temporanea, destinato a vivere per soli tre giorni, quelli della Notte Verde, dimostrando le potenzialità tecniche e sociali dei materiali impiegati: è pronto ad accogliere i bambini!


31 agosto

- dalle h. 20, La terra che gioca: il gioco creativo come alternativa alla frenesia dei nostri giorni con tre laboratori a cura de Il dado gira coop.soc. in collaborazione con il Museo di Storia Naturale di Calimera:

- Alimento amico lento: giochiamo con gli alimenti come ortaggi e legumi e facciamo amicizia con loro;

- Mesocosmo sul comò: conosciamo il meraviglioso mondo degli insetti, perché sono i veri dominatori?

- Rapaci di stupirvi: un viaggio nel mondo dei rapaci con reintroduzione in natura di un animale.

Mangiamo sano: il 29-30-31 agosto, dalle h. 20, Casa delle Agriculture propone menù a km0 adatto anche ai più piccoli, per una cena rispettosa della natura nel centro storico!


126 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti